Le cose cambiano…

                                                                             
  
                                                                                                                                                  

Le cose cambiano. Le situazioni cambiano. Le persone cambiano.
A volte questo è un bene, al di là del dolore che provoca.
Io sono cambiata…
e tornare indietro non mi è possibile, anche se solo dirlo mi addolora.
Sono diventata una persona più diffidente, più cinica.
E questo mi fa male.
Ma dall’altra parte sono diventata una persona che vive gli istanti,
che dice quello che sente e pensa e desidera.
E questo mi fa bene.
Ho scoperto che ascoltare ciò che si prova e dargli voce,
permette di andare avanti:
è come staccare l’ancora che tiene la barca in porto..immobile…
La vita è fatta per navigare… e con le parole io navigo meglio….
Conosco la mia rotta.
                                                                               

 

    
Alda

 

Buona Pasqua

 

Non e’ facile tradurre in parole cio’ che si prova in questi giorni..
riflessione..devozione..dolore..pensieri.. speranze..
 e’ davvero difficile!!
Ma la vita continua…
percio’ vi faccio semplicemente col cuore
tantissimi auguri per una Pasqua di pace.
 

Al                                                                                                                                             

Preghiera

                                                                                            
 
Una preghiera per tutti coloro che non ce l’hanno fatta e

 per coloro che, pur essendo rimasti, hanno perso tutto, non solo i beni materiali!!!
Sono attonita..
nel dolore ognuno di noi ha il suo modo di aiutare…
facciamolo !!!
 
Al                                                                  

 

Blog

                                                                                                                                            

    

Questo Blog e’ il mio microcosmo, il mio rifugio, la mia casa di panpepato.
Attorno ad esso hanno navigato satelliti ed ombre scure,
briciole di neve e lucciole di primavera,
ho conosciuto anime fredde e re magi di calore,
sorrisi di occhi stanchi e viandanti infreddoliti,
ho potuto ascoltare fiabe d’altri tempi e mondi di fate,
ho scoperto orme codarde ma anche forti e decise,
ho respirato grano ed inseguito una stella cometa.
Nei sogni avevo smesso di crederci, poi il tempo passa, la coscienza matura,
prima piove… poi di arcobaleni ne vedi ancora…ancora…ancora…
e giorno dopo giorno si rischiariscono i sensi,
per primo torna l’olfatto ed il fiore d’oriente
lascia posto agli agrumi della terra fertile,
poi torna l’udito che da piano diventa violino e chitarra
ed infine il tatto e gli occhi,
il sapore di vero e la vista di domani… 

 

Al