Le fantasie

Le fantasie sono aquiloni….
fuggono da noi sospinte da un leggero soffio d’aria
ma rimangono legate eternamente al nostro fragile sognare…
Sono un rampicante che ci divora, si arrampica,
e che poi buca le nuvole per portarci al di sopra della realtà,
…dove non c’è giudizio, raziocinio, dovere…forse…
forse…solo felicità!

Al

Annunci

Controcorrente

Ci sono giorni in cui ogni cosa sembra uno schiaffo personale e prendi tutto contro pelo.
Essere cresciuti con la convinzione che le basi di un rapporto siano
onestà e sincerità, oggi, è un serio problema di correlazione.
Si rischia di parlare dialetti diversi all’interno della stessa tribù…
si rischia di essere demonizzati perché si ha ancora il coraggio
di esprimere il proprio dissenso da tutto ciò che si tinge di apparenza.
Persone che, come zombie, crollano se gli togli di dosso il mantello dell’ ipocrisia
che si sono disegnati come profilo da internauta.
Sempre di più bandite razionalità, ragione ed intelligenza…
optional gratuiti procacciabili solo tramite presentazione di una scheda completata
per la raccolta differenziata di punti-esistenza rilasciata dall’ hard discount dell’idiozia.
Ci sono giorni in cui diventa sin troppo facile essere “contro” per vezzo o per convinzione…
ci si scopre “isole” in un mare che ti erode nei confini, interiori ed esteriori…
un mare che cerca di inghiottire tutto, ciò che siamo e ciò che vorremmo,
le nostre idee, i nostri grandi sogni colorati ma, col crescere,
si impara anche che la “grandezza” non è mai sintomo di una “dimensione” vera!
Ed allora, fatto appello a quel poco di cervello di cui veniamo generosamente
dotati alla nascita, nella piena consapevolezza dei confini dettati dal libero arbitrio,
gli “uomini contro” rifuggono ogni possibile contatto con una realtà contaminata dalle malattie di branco,
dalla realtà dipinta sui cartelloni pubblicitari, dal finto benessere di cui si empiono le fauci
gli ignoranti “capobaracca” che si affaticano nella quotidiana gara dell’apparire.
Gli “uomini contro” tacciono (magari scrivono) e continuano a gettare al vento i semi della verità,
legandosi con la terra, riescano ad affondare radici così profonde e solide
per costruirvi sopra un destino meno banale da lasciare lì… non davanti ad un televisore,
ma dinanzi allo spettacolo della natura mentre t’accoglie da dietro lo steccato della vita.

Al

Ci son nuvole…

Ci sono molte nuvole su questa strada ed ognuna narra di una storia…
ognuna bagna le labbra di chi vuole raccontarle…
e di chi ha il  tempo per fermarsi  ad ascoltarle. 
Noi siamo gli alberi, siamo la foresta, siamo l’acqua del canneto… 
siamo un trifoglio sul ciglio della strada… 
siamo la farfalla e l’ape che rovistano nella natura…
siamo ciò che abbiamo dentro il cuore e tutto ciò che riusciamo a tirarvi fuori,
lasciando che la nuvola si posi lentamente  sopra il palmo della mano, per poterla accarezzare…
e ricevere così tutti i brividi e l’emozioni che solo lei ci sa dare
senza bisogno di parlare..

Al

Questo è il mio mondo…

Fin dove…

Fino a non poterne più.
Fin dove il respiro mi concede l’aria della vita
fin dove i pensieri vanno a spasso con le nuvole
fino a quando ti rammenti d’essere
ed in questo limite riesci a trovare pace,
fino dove nient’altro…fin dove mi bisticci nella testa
fino al giorno prossimo che sarà domani,
fino al silenzio vuoto delle tue mani!

Al

Non importa

 
Non importa quanto lunga sia la strada
non importa quanto irta sia la risalita
sono padrona della mia anima
sono il capitano del mio destino…
 
Al

Ciao mondo!!

Welcome to WordPress.com. This is your first post. Edit or delete it and start blogging!

Voci precedenti più vecchie